Riprendendo le metodologie progettuali adottate all’inizio degli anni ’60 negli Stati Uniti da M. Paul Friedberg che coinvolge i bambini per la costruzione di nuovi playgrounds, Mediterranea chiama proprio loro a progettare i giochi perché: who could know more about playing than thay do, they’re experts!

Sulle orme di Friedberg, anche Mediterranea lavora con un team di esperti per la progettazione di nuovi giochi, grazie all’organizzazione di laboratori di design per bambini. I prototipi costruiti con carta e cartone riciclati diventano man mano parte di una vera e propria collezione realizzata in legno e ferro. Così Mediterranea vuole esplorare la dimensione ludica nella progettazione, avviando un processo di sperimentazione che trova le sue radici nell’opera dei grandi Maestri del passato (da Carl Theodor Sørensen a Jacques Simon e, ancora, ad Aldo Van Eyck) e indagando le diverse possibilità offerte dalla libera combinazione di materiali, forme, elementi.

Attraverso il gioco saranno affrontati in modo concreto anche alcuni degli Obiettivi dello Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 sulla vita di tutti i giorni. Con i laboratori vogliamo infatti attivare percorsi sostenibili grazie all’uso di materiali di recupero e scarto, come carta, cartone, stoffa, cordame, plastica, gomma, legno e metallo, che diventano possibilità di gioco e sperimentazione per reinventarne usi e significati e da trasformare in preziose risorse.

Con questi obiettivi vogliamo ampliare gli spazi di ricerca, promuovere il pensiero critico attraverso discussioni e confronti, potenziando interdisciplinarità, curiosità, riflessione, osservazione, importanti per imparare cose nuove e favorire un ritorno alla manualità.

 

1_Laboratorio: Museo Macro _ 10 marzo 2019

2_Laboratorio: Design NO BRAND _ 13 aprile 2019   

 

 

Per informazioni: info@mediterranearete.org

Michela Pasquali +39 349.5816.433